Gli Oggetti delle Superstizioni

Come abbiamo visto negli ultimi post, ci sono mesi e giorni specifici che secondo tradizione ed usanza portano più o meno fortuna ai novelli sposi. Ancora meglio, ci sono degli oggetti che è bene portare con sé in quel giorno, ed altri che vanno invece assolutamente messi da parte.

I Classici

Ci sono cinque cose che tutti quanti sappiamo dover portare o meglio, indossare, il giorno del matrimonio.
C’è la cosa nuova, che simboleggia il periodo di infinite e bellissime novità che aspettano i due innamorati. C’è anche la cosa vecchia, da portare per ricordarsi di un passato da portare sempre con sé.
La cosa prestata serve a mantenere il legame con le persone della propria vita, che abbiamo avuto accanto fino al grande giorno e che con noi rimarranno per sempre. Anche la cosa regalata simboleggia questo affetto e questa fiducia.
Infine c’è la cosa blu, il colore originale dell’abito da sposa, che indica purezza e sincerità.

Le Altre Cose

Come avevamo visto con il bouquet e la sua simbologia sul passaggio da una nuova ad una futura sposa, ci sono altri piccoli accorgimenti per mantenere con sé la buona sorte. Ad esempio il diamante, da indossare all’anulare o sul polso sinistro, aiuta a conservare l’affetto tra la coppia. Il velo, se donato da una sposa felice, porta molta fortuna, mentre una spiga di grano regalata dallo sposo indica un augurio di fertilità.
Dopo la cerimonia, invece, rimane ancora in auge un grande classico: entrare in casa con la sposa in braccio allo sposo. Questo perché nell’antica Roma, si credeva che se la sposa fosse inciampata entrando, la coppia sarebbe stata presa di mira dalla sfortuna.

Il giorno del matrimonio è costellato di momenti magici che sono improvvisi, inaspettati e sempre graditi. Per tutto il resto, c’è la possibilità di circondarsi di simboli positivi, ed auguri di piena felicità.

Leave a Comment