Il “Lancio della giarrettiera”

giarrettiere

 

Il tema di oggi rende la giarrettiera come protagonista assoluta. Il giorno del matrimonio, talvolta, è il risultato di anni di preparazione e non ci riferiamo soltanto alla scelta dell’abito, dell’accessorio, della location o del menù da servire. Gli sposi si ritrovano a dover pensare anche alle modalità d’intrattenimento per gli ospiti. E se intrattenere facesse rima con tradizione? Attorno al tema “nozze” ruotano simbologie, usanze e tradizioni non sempre conosciute da tutti. Il “lancio della giarrettiera” è tra questi.

La nostra interpretazione..

Le interpretazioni sono tante e, bisogna dire, variano da paese a paese. Una simbologia comune, però, rivede nella giarrettiera il simbolo della verginità. Infatti, la sposa la indossava per il significato metaforico della castità. L’usanza vuole infatti che questa venga acquistata direttamente dalla sposa e, possibilmente, blu. Proprio così, attorno all’usanza del lancio della giarrettiera ruota attorno il mito del colore blu.

Dall’antica tradizione anglosassone, questa particolare usanza prosegue in Italia e in tutto il mondo occidentale. Vi è la sposa che porta avanti la tradizione con fare ironico, e quella che lo fa nella modalità femminile e sexy. C’è chi la indossa per scaramanzia e chi, invece, per divertirsi o per semplice folclore. Spose, a voi la scelta!

La tradizione vuole che sia lo sposo a sfilare la giarrettiera, con o senza un’atmosfera accattivante, da sotto la gonna o no, ma l’obiettivo della sposa è quello di lanciarla verso gli uomini non ancora sposati. Il fortunato che avrà l’onore di prendere l’accessorio della sposa sarà destinato a sposarsi entro l’anno. Una rivisitazione del “lancio del bouquet” al maschile, se vogliamo.
Anche se per il galateo il lancio della giarrettiera non deve essere assolutamente fatto, non si può negare che sia uno degli espedienti migliori per assicurare il divertimento dei vostri ospiti.

 

Leave a Comment