Idee per un matrimonio vintage

Si parla di stile vintage quando ci si riferisce a tutto ciò che ha più di vent’anni. Il vintage è uno stile che varia molto in base all’arco temporale cui ci si ispira, e per questo non ha regole univoche, lasciando ampia libertà e fantasia, pur rispettando alcuni standard.

Così come avviene nell’arredamento, nella ristorazione e nell’abbigliamento, anche il matrimonio vintage è una delle tendenze più diffuse degli ultimi tempi: ispirato allo stile tra gli anni ’20 e ’70, è fatto di acconciature morbide, vestiti rétro, piccoli dettagli in legno o floreali per allestire la location e coinvolgere gli invitati in modo grazioso e divertente.

Matrimonio vintage: cosa non può proprio mancare

Che siate amanti dei pizzi che ricordano i ruggenti anni ’20, con cappellini in tessuti traforati e colori pastello, o dei coloratissimi anni ’60, epoca di Vacanze Romane e del Twist, poco importa: sicuramente troverete l’abito giusto per voi e il giusto coinvolgimento per i vostri invitati.

Coroncine, tiare, fermacapelli e pettinini per i vostri capelli, veli o velette per coprire il capo, perle al collo e fiori sulla tavola sono gli ingredienti di base del matrimonio vintage. L’acconciatura della sposa, ispirata allo stile delle dive del cinema dell’epoca in questione, può oscillare dai capelli ondulati tipo “charleston” a trecce, frange anni ’70 o addirittura alle cotonature anni ’80. E gli uomini? Pettine, gel e brillantina sono la soluzione più semplice!

Attenzione ai dettagli

L’allestimento del ricevimento naturalmente deve essere personalizzato in base agli anni che volete ricordare, fin dalla cerimonia: allontanarsi dalla chiesa in Vespa o in Cadillac può fare la differenza! E così scegliere la location giusta è importantissimo: spiagge in stile hippie, tenute, ville nobiliari o terrazze per epoche più lontane, il tutto abbinato a fiori, cornici e tessuti.

E i dettagli? I piccoli gadget segnaposto possono essere ispirati ad oggetti nati nell’epoca che ci interessa, i tableau e il menu devono essere rigorosamente a tema: inutile puntare su un menu avanguardistico se vogliamo ricordare epoche classiche.

Non dimenticate i vostri ospiti

Anche la musica è parte integrante dell’atmosfera: swing per gli anni ’30, rockabilly per i ’50, country rock e perfino punk per i ’70. Tutto, purché sia ballabile e coinvolgente.

Coinvolgente è infatti la parola adatta, quella che non dovrebbe mai mancare in qualsiasi matrimonio: puntate sui vostri invitati, rendeteli protagonisti. Cornici per scattare foto di gruppo, lavagnette per lasciare messaggi dedicati agli sposi, macchine fotografiche usa e getta sui tavoli: tutto può essere utile a immortalare il vostro matrimonio sotto un altro punto di vista…e a renderlo indimenticabile per i vostri ospiti!

Leave a Comment

matrimonio con hashtagmatrimoni stravaganti